Poesia – Alma Spina


numero 2 la minaccia / venerdì, Giugno 21st, 2019

Sto che ho la carne scoperta
le vene al vento i muscoli
scesi dai bracci e sto –

(in proliferare incauto e
serio di: batteri funghi microbi
bianchi piccoli camminatori
stanchi) – fanno dove tutto
l’altro arrende dove scende
la marea. Con le tartarughe
sto – ma senza il guscio:
ho tutto il tabù che si vede.
E macchine e ciclomotori
e benzinai ubriachi e robot
dal cuore bizantino scuotano
la mia resa bianchiccia:

Alt! Destr! Salut!

Sinistr! At ease! Ripos!

Identify yourself! Fuoco!

dettaglio dell’illustrazione di Elisa Battistoni
Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *